Rovinj ’08 – The Official Summary – Part Two

Dopo un venerdì ciclistico (tentativo di scalata alla Roncola, che meriterebbe un intervento a parte), un sabato musicale (superbo duetto di chitarra col sig. Rossi per perfezionare una canzone dei Cure) e una domenica acquatica (gita della Banda a Caneva+cena dal Teo), si prospetta una settimana di latino, italiano e matematica. Che bello. Ma ora, mentre è in esecuzione la deframmentazione del disco fisso, posso continuare il riassunto degli eventi croati. Enjoy.

La spiaggia
Luogo di ritrovo quotidiano della compagnia, la spiaggia rovinjese si presenta agli occhi del visitatore dopo un breve cammino nella boscaglia. Il mare è un qualcosa di spettacolare; l’acqua è limpida e cristallina, e seppur mai bollente, non è mai così fredda da impedire al nuotatore di turno di tuffarsi senza problemi. La presenza di scogli a riva, a sostituire la sabbia, pone alcuni problemi ai bagnanti meno esperti della zona (per esempio al sottoscritto, abituato da decenni alla sabbia riminese). Tuttavia, con la giusta dose di prudenza e concentrazione, si possono evitare infortuni più o meno seri. Difatti, gli unici inconvenienti capitati al nostro gruppo sono stati un piccolo taglio all’altezza dello stinco per Panzeri; uno simile, anche se ampliato dall’azione del Pesce Bagascia (noto esemplare marino presente nei mari istriani), alla caviglia per Malvestiti; un taglietto doloroso al piede per Ravasio e vari graffi più o meno dolorosi, localizzati in tutto il corpo, per Teli. Nessun graffio per Mancini, agile come un granchio nel divincolarsi dalle insidie rocciose. Da sottolineare l’introduzione di Ravasio del termine "scoglione" per indicare le rocce più grandi. Più tardi, alla domanda di Teli "Chissà dove sono i pesci uccello?", Panzeri risponderà "Ovvio, sugli scoglioni". Risate.
La mattinata trascorreva tra bagni, sedute abbronzanti e cruciverba. In seguito pausa pranzo, dove venivano degustate le specialità del supermercato locale (vedi sotto), ed a seguire riposo all’ombra. Nel pomeriggio, passeggiate, altri bagni, partite a racchettoni (SARAAAAAAAAAAAAA! I RACCHETTONIIIIIIIIIIIIII! Scusate il delirio) e relax assoluto.
Alcune note. Numerosa la presenza di turisti italiani, in particolare del Veneto e del Friuli. Ovviamente sempre presenti i Crucchi. Minoranze francesi, olandesi, inglesi, austriache, slovene ed ungheresi. Sembra Giochi Senza Frontiere.
Presenti anche i nudisti. Mentre il sottoscritto ha potuto avvistare solo avvenenti turiste in topless, Ravasio è stato molto più fortunato: durante una delle sue escursioni sottomarine, si è imbattuto in un banco di pesci uccello. Fate un po’ voi…

Konzum
Che cosa sarà mai, vi chiederete, questo Konzum? Una marca croata di preservativi? Una divinità locale? Una bestemmia? Niente di tutto ciò. Konzum è la risposta italiana al Conad: una catena di supermercati presente in tutta Rovinj, la principale fonte di sostentamento per turisti affamati ed accaldati.
La spesa al Konzum la mattina è una tappa obbligata, e diviene col passare del tempo uno dei must della vacanza croata. All’interno di questo simpatico supermercato, turisti di ogni età, Stato, sesso e religione possono trovare tuttuo ciò che desiderano: si va dai biscotti al cocco Valisa (quante partite a pinnacola alle 3 di notte con un Valisa e un bicchiere d’acqua Jamnica), all’aranciata Pipì (scoperta e fotografata l’ultimo giorno); dalle infradito da 2 euro alla Gazzetta Dello Sport (presente sempre tranne quando richiesta dal sottoscritto).
Ricordiamo alcuni acquisti: ciabatte da spiaggia, prese dopo la rottura delle mie, 30 kune (1 euro=7 kune, quindi 4 euro e spiccioli); biscotti al cocco Valisa, 20 kn; acqua Jamnica, 6 kn.
Dove c’è Konzum c’è casa.

 

Alla prossima.

2 thoughts on “Rovinj ’08 – The Official Summary – Part Two

  1. c h i a r a - t r a s h k e y 4 agosto 2008 / 14:00

    salveeee___speriamo il mio computer non si ribelli all’ultimo momento, ti ho spiegato l’odio che questo oggetto che ha vita propria nutre nei confonti della windows___cmq sono morta dal ridere a leggere, me lo ricordo il konzum da quando c’erano andati dei miei amici ^___^ps___ anche io quando si viaggia sono sempre il navigatore [così ti prendi il posto migliore!]

    Mi piace

  2. sara 4 agosto 2008 / 19:26

    ciao Panzer…a breve aggiornerò il mio blog sulla vacanza k ho fatto a milano marittima…
    cmq…chi nn gioca a racchettoni d’estate sulla spiaggia????!!!!è strabello!!!!

    Mi piace

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...