New friend

Ho trovato un nuovo amico. O meglio, l’ho ritrovato. Niente che abbia a che fare con il celebre romanzo di Uhlman. L’ho incontrato circa un anno fa, forse qualche giorno in meno, in una libreria all’Aia. Cercavo proprio lui, e l’ho trovato. Si chiama Mini-Woordenboek Italiaans-Nederlands, Nederlands-Italiaans e spacca i culi.

Troppe volte l’ho trascurato, dopo un inizio di amicizia piuttosto promettente. L’ho relegato a lungo nei cupi meandri di una tracolla. “È comodo” – pensavo – “ma non è completo, non posso tradurci niente”. Quanta arroganza! E dire che più e più volte i suoi simili, i dizionari tascabili di inglese, francese e latino (sì, latino) in mio possesso mi avevano cavato da situazioni piuttosto intricate!

E invece no. In un angolo di tela nera, inutilizzato, è rimasto per mesi. Gli ho più volte preferito il fratello maggiore, il Middelgroot woordenboek, per traduzioni e ricerche varie. Anche quando cercavo parole stupide. Mi sono servito addirittura di un doppio dizionario elettronico olandese-inglese, middelgroot pure lui, che tuttavia non sempre mi ha soddisfatto (anzi, in alcuni casi, quando non conoscevo la traduzione inglese, mi ho costretto a effettuare nuove ricerche e a perdere tempo prezioso).

Forse una motivazione c’è, forse ho un alibi. Durante i miei primi due anni di università ho imparato i termini olandesi per energia sostenibile (duurzame ontwikkeling) e autorità di vigilanza (toezichtautoriteiten), nonché quello spettacolare per rappresentanza (vertegenwoordigheid). Figata, eh? Potrei origliare una conversazione tra due bancari di Rotterdam e forse capirci qualcosa.

Ma sono consapevole di non conoscere molte parole base. Vediamo. Massì, pesca. So come si traduce pesca, ma solo quando si parla di poveri animali che vengono catturati da fiumi e mari. Lì si parla di visserij. Ma il frutto? Come diavolo si traduce? Giuro, non lo so.

Però ora di fianco a me, qui sulla scrivania, c’è questo amico ritrovato, che in cinque secondi mi fornirà la risposta. Eccola: perzik. È talmente gentile, il dizionariello, che mi dice pure che la pesca, in olandese, vuole l’articolo determinativo de, e non het.

Sembra stupido, lo so. Ma penso di avere un alleato in più nella battaglia che affronterò tra quattro giorni nelle Fiandre.

Cristo, quattro giorni. Aiuto.

Een krat vol lekkere perziken

One thought on “New friend

  1. AlEbBmK89bG 26 luglio 2011 / 09:18

    se ti può servire mi ricordo che pere si dice “peren” (al plurale, perchè lo leggevo sui cartellini del supermercato😀 )

    Mi piace

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...