In bilico

[Attenzione: post sul calcio inglese. Se non interessati, cestinate pure]

Rompo la regola introdotta poco tempo fa per i post sul caro vecchio Wolverhampton (ovvero che li avrei scritti in english) per trattare brevemente l’esonero di Mick McCarthy.

Il buon Mick assunse la carica di manager dei Wolves nell’estate 2006, quindi a giugno avrebbe chiuso la sua sesta stagione in carica. Il bilancio? Se consideriamo i semplici obiettivi di fine stagione, piuttosto positivo: 5° posto in Championship e eliminazione ai playoff (’07), 7° posto (’08), 1° posto e promozione in Premier League (’09), 15° e 17° posto in Premier (2010 e 2011). In apparenza, un cammino onorevole per una squadra da tempo invischiata nella seconda serie inglese.

Peccato che sotto ci siano delle magagne. Fiducia sempre agli stessi giocatori (Ward, Berra, Henry, Edwards), scarso acume tattico, alcune scelte poco chiare (Johnson nominato capitano subito dopo l’acquisto) e la manifesta incapacità di far giocare la squadra palla a terra, affidandosi invece spesso e volentieri a lanci lunghi e invenzioni dei singoli (in particolare Doyle due anni fa, Jarvis l’anno scorso e Fletcher ora).

Nell’ultimo periodo è emersa inoltre un’incredibile mancanza di convinzione nei propri mezzi. Mi riferisco in particolare alle ultime due partite interne, lo 0-3 col Liverpool e il clamoroso 1-5 contro il WBA. I giocatori sanno che la salvezza è lì, a portata di mano (cinque squadre in tre punti), ma hanno lasciato intravedere una strana abulia, nemmeno lontanissima parente della determinazione che nel corso della stagione ha portato il WWFC ad essere la squadra che ha ottenuto più punti partendo da situazioni di svantaggio.

Al termine del disastroso derby del Black County, McCarthy si è scusato della performance dei suoi: un gesto, stando alle sue parole, compiuto per la prima volta in vent’anni di carriera. Scuse che evidentemente non sono parse sufficienti a Steve Morgan, il presidente della società, che ha optato per il licenziamento del manager. Il messaggio del patron è chiaro: con uno stadio in fase di ampliamento, la squadra non può permettersi di scendere in Championship proprio ora; mancano tredici partite, e un volto nuovo a dirigere il team potrebbe dare la giusta carica alla truppa (anche se ci sono delle ombre: Morgan ha dato l’ordine di licenziare McCarthy mentre si trovava in vacanza con la famiglia.. ma come, c’è un derby fondamentale per la tua squadra, e tu te ne vai in vacanza?).

Il licenziamento è avvenuto lunedì: McCarthy ci ha tenuto a informare in prima persona i giocatori di quanto accaduto, ha raccolto la sua roba e ha lasciato il centro d’allenamento. E nonostante tutti i problemi elencati, Mick se n’è andato a testa alta, consapevole di aver preso una squadra allo sbando in seconda divisione, di averla portata in Premier dopo tre anni e di avercela fatta restare (tranquillamente, due anni fa, e per un pelo, lo scorso anno). Un uomo sincero, diretto e dalla battuta pronta, senza dubbio il miglior allenatore della storia recente del club.

La società ritiene che la squadra dovrebbe guadagnare posizioni in classifica? Perfetto, sono d’accordo. Allora bisogna prendere un ottimo manager. Peccato che attualmente pare che nessuno voglia sedersi sull’unica panchina di Premier League a disposizione. La BBC ha parlato di contatti con Curbishley, Bruce, Warnock, Hughton, Poyet, McDermott e Smith. E fino ad oggi, 23 febbraio, tutti questi contatti hanno avuto esito negativo.

Curbishley ha ricevuto due offerte, entrambe rifiutate; Bruce è stato convocato in sede per un colloquio, ma pare non aver convinto Morgan; Warnock si è accasato al Leeds; Hughton, Poyet e McDermott vogliono restare ai rispettivi club, nell’ordine Birmingham, Brighton e Reading; Smith si è subito chiamato fuori.

La situazione è critica. Nessuno sembra volersi sedere su quella dannata panca. Che sia il momento opportuno per inviare al buon Morgan il mio curriculum di tutto rispetto guadagnato su Football Manager?

One thought on “In bilico

  1. Baines 23 febbraio 2012 / 22:27

    Mi sono fermata a “cestinate pure”. Però tivvibbi, eh.

    Mi piace

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...