A Thousand Word Essay

Riassuntino degli ultimi eventi.

Innanzitutto, dicono che mi laureo. Martedì 23 ottobre, ore 16.30, auditorium delle gioiose ex-Civiche. Dopo diversi orari rivelatosi poi errati, questo dovrebbe essere quello definitivo e corretto. La tesi, giusto per dare un minimo di informazioni, si intitola Italia contro Olanda: stampa sportiva a confronto. Non avete idea della soddisfazione nello scrivere una tesi le cui prime due parole sono “Il calcio”, soprattutto in un covo a stragrande maggioranza femminile quale il dipartimento Milano Lingue, dove il caro vecchio football è argomento pressoché tabù. Va detto che la stesura della tesi non è stata proprio una passeggiata. Nobody said it was easy, ok, ma gli ultimi giorni in particolare sono stati fonte di lunghissime sedute di fronte al portatile (a tal punto che la nuovissima sedia/poltrona da ufficio ha già preso la forma poco invidiabile delle mie chiappe). Revisioni, stravolgimenti, modifiche, aggiunte dell’ultimo minuto: un gran casino. Ma ce l’ho fatta, con poco meno di due ore di anticipo sulla scadenza finale. E dire che, poco prima della consegna, mi era stato consigliato di rimandare tutto a dicembre. Geen sprake van, come dicono a ‘s-Hertogenbosch, non se ne parla. Dunque: tutti invitati il 23.

Altre notizie, sempre riguardanti gli studi. Come forse non ho più scritto qui, sono stato ammesso al Master in Traduzione. Il che significa: che continuerò a fare avanti e indietro da S.Leo; che l’olandese non mi abbandonerà; che seguirò i passi del Dott. Marchese Jan-Mark Lampugnani, il quale ha appena dato inizio alla sua personalissima avventura in terra arancione (daje Lampu). Ma soprattutto, questo master (del quale, ça va sans dire, non si sanno ancora gli orari e i professori) darà per altri due anni materiale fresco per l’oltremodo simpatico blog che state leggendo. In poche parole: nuove appassionanti, esilaranti, stupefacenti avventure ci attendono. Anche perché diversi elementi del gruppo misto olandese-russo che fu, saranno ancora presenti.

Una cosa che invece sono sicuro di aver descritto è il manuale di SAC (scrittura abbastanza creativa) al quale sto lavorando insieme ad altri colleghi di uni. Ebbene, si parla di pubblicazione entro Natale. Si è perfino parlato di soldi, all’ultimo incontro. Ma tranquilli: per ogni copia venduta, all’autore arriva il 40%. Gli autori sono cinque, quindi si arriva all’8%. E se considerate che ogni copia verrà venduta per (mia ipotesi) 2 € al massimo, difficilmente diventerò ricco sfondato. Ma non è stato certo per i dindi che abbiamo accettato di far parte di questo progetto. Anzi, già è tanto se decideranno a favore della pubblicazione. Si vedrà.

Per finire, Budapest: non mi sono dimenticato dei tre giorni trascorsi con Peter, Anna e soci. Una volta superato il 23, ci saranno novità.

Sempre detto, io.

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...