Appunti ungheresi (2)

Martedì 25 settembre 2012

Vorosmarty Ter, Budapest – Ore 14.34

I.

Ho toppato di nuovo, e più di una volta. Sono in gran forma, oggi.

Andiamo con ordine. Una volta arrivato a Kobanya Kispest, capolinea della navetta dell’aeroporto, bisogna proseguire con la metro. Poco prima lo speaker dell’autobus avvisa che siamo alla penultima fermata e informa: “Se volte raggiungere la metropolitana, restate a bordo”. Lo dice in inglese e, presumo, in ungherese. Peccato che una truppa di italiani over 70 scenda in massa, abbacinata dai cartelli “METRO” con tanto di freccia. Li avvisiamo? Naaaaaaaa. Alla loro età un po’ di moto fa solo bene.

Eh va be’.

Metro, dunque. La terza linea, di colore blu, che taglia in verticale la città e corre parallela al grande Danubio blu (che poi in realtà è verde, ma questa è un’altra storia). A ovest del Danubio, la parte collinare e storica; a est, la parte pianeggiante e di più recente costruzione. Se la M3 è sull’asse nord-sud, la M2 (linea rossa) è sull’asse est-ovest, mentre la M1 (gialla) passa diagonale tra le due. Mica si sono sprecati con la fantasia, ‘sti ungheresi.

Scendo una volta arrivato a Nagy Varad, perché voglio assicurarmi che la casa di Peter, il ragazzo che mi dovrebbe ospitare, esista davvero (e, con grande sollievo, scopro che esiste). In seguito grande dimostrazione di senso dell’orientamento. Arrivo a un incrocio, devo prendere una delle 4 vie che si intersecano. Riesco a prendere quella giusta solo al quarto tentativo. Sì, avevo una cartina con me. Sì, sono un caso senza speranza.

Mi rituffo in metro, direzione Ferenciek Ter, per scoprire che Budapest pullula di uffici di cambio. E la cosa fantastica è che sono tutti convenienti! A quel punto si rende necessario un giro per Vaci Utca, la via più “in” della città. MAI PIÙ! La calca dei turisti rende il viale stretto come un corridoio, e ai turisti si aggiungono millemila camerieri ansiogeni che ti marcano a uomo per farti entrare nel loro ristorante. Via della moda ‘sta cippa, questa è la via dell’ansia.

Dopo una breve pausa pranzo di fronte al Ponte della Libertà, mi intrufolo in un mercato coperto gigantesco. Devo assolutamente ritornarci [ma non ci ritornerò, ndr].

Ora mi trovo, finalmente, a Vorosmarty Ter, da dove dovrebbe partire il tour guidato gratuito a lungo adocchiato su internet. A quanto pare alcuni simpatici ragazzotti, nonché aspiranti guide turistiche, organizzano ogni giorno uno o più tour per la città. Gratis. Sì ok, se vuoi dai qualcosa alla fine, una mancia. Ma volendo anche no. È questo il bello.

Ore 14.58

Nuovo flop. Oggi il tour non parte da qui, ma da un’altra piazza. Fantastico. Per il resto si segnalano: due indie budapestini con tanto di maglie a righe e mocassini improponibili; un uomo dorato, uno di quelli che fanno le statue viventi, che ci prova con la cameriera di un bar qui vicino; un terzo indie che arriva e saluta i due compagni con una scoreggia: grasse risate.

Ore 15.08

Una ragazza tedesca mi ha appena chiesto informazioni su dove ci trovassimo. Sono qui con uno zaino Lotto e una guida Mondadori, e tu mi chiedi informazioni manco mi chiamassi Balasz. Forse ispiro grande senso dell’orientamento, anche se dubito.

Ore 15.10

Oltre al danno, la beffa. La ragazza tedesca e i suoi colleghi sono qui perché seguono il tour gratuito che avrei dovuto seguire anch’io. Maledetti! Si segnala il prezioso intervento di un anziano made in Britain. “Where are you going?” chiede alla ragazza tedesca, sempre quella. Risposta: “I don’t know, HIHIHIHIHIHIHIHI!”. Ci avrei scommesso.

_________________________________

Qui la prima parte di “Appunti ungheresi”.

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...