Sui gusti musicali dei vicini, sul generale inverno e sull’inesorabile avanzare degli anni

Quando ti alzi dal letto, il giorno del tuo compleanno, e pochi istanti dopo uno dei tuoi vicini decide che è il momento ideale per far ascoltare all’intero paese un glorioso cd di Gigi D’Alessio… be’, forse era meglio se stavi a letto (quindi sì, la colonna sonora di stamattina è offerta dal Gigione nazionale, ergo non rispondo di refusi e/o scivoloni grammaticali, ortografici, ortofrutticoli e ortopedici).

Le donne, per avvisare il mondo che vogliono dare una svolta alla loro vita, spesso cambiano acconciatura. Come se ogni paturnia sentimentale, lavorativa e familiare fosse abbarbicata a una doppia punta, o a una tinta ormai sbiadita. Dal canto mio ammetto che non c’è tutta questa voglia di farmi un nuovo taglio. In realtà non c’è nemmeno la voglia e il bisogno di dare una svolta alla mia vita, eh, sia chiaro. Eppoi non sono nemmeno una donna. In ogni caso mi dispiacerebbe tradire l’affabile barbiere 70-e-passa-enne a cui mi sono affezionato. Anche perché al giorno d’oggi è difficile trovare qualcuno che ti tosi al modico prezzo di 9€ (cino-giapponesi esclusi). E poi che taglio mi dovrei fare? Una cresta da tabbozzo di periferia in stile El Shaarawy? Imbarazzante. Mi tengo il barbiere monotaglio, lui e le sue lamentele sulle vacanze (in primavera-estate) o sulla raccolta dei funghi (in autunno-inverno). Rigorosamente in bergamasco, con qualche punta decorativa in italiano.

Tutto questo discorso solo perché ho cambiato tema al blog. Per me la pagina dei temi WordPress è come il reparto cancelleria di un supermercato: ci passerei delle ore, comprerei quasi tutto e alla fine resterei comunque insoddisfatto. Poi alla fine non compro niente, eh, e l’insoddisfazione si sente lo stesso. Anche perché ho scoperto che alcuni temi non offrono manco mezza possibilità di personalizzazione. O meglio, non gratuitamente. Se volessi cambiare il giallo dell’etichetta che ora compare a sinistra di ogni inizio di post, dovrei comprarmi il tema personalizzato per trenta dollaroni (una sorta di Giuda a stelle e strisce). Poi magari c’è qualche widget apposito che mi permette di agire su html e css, un widget che apre un mondo virtuale fatto di parentesi quadre, miscugli alfanumerici e sonore madonne. Ma meglio evitare, almeno per ora.

Il tema nuovo è più… cazzone. Titoli arancioni, link azzurri, etichette gialle completamente a caso, maiuscolo in ogni dove. Più in sintonia con l’anima del blog. È inutile tentare di fare i seri a livello grafico se poi non seguono riflessioni introspettive, introspezioni riflessive o struggenti odi nostalgiche al post-punk anni ’80.

Quindi, ventitré anni. Leggo su Wikipedia che il 14 settembre è nata gente come l’introvabile Pizzaballa, l’infaticabile El Guerrouj e la sempre misurata Amy Winehouse, insieme a un fottio di re e regine di Prussia. Per quanto riguarda gli eventi storici, sempre Wiki ricorda come in questo giorno nel 1812 l’esercito russo diede fuoco a Mosca pur di non farla conquistare a quel nano malefico del Bonaparte, rendendo possibile “la vittoria del generale inverno sui francesi”, come riportato da ogni libro di medie e superiori che si rispetti. Si segnalano inoltre le aperture di un paio di concili vaticani, il 18% di voti guadagnato dai nazisti nel ’30, l’assalto al pollicione del David di Michelangelo e una gioiosa serie di attentati in Iraq. Insomma, tutta roba allegra.

Fine della parentesi storico-aneddotica. Pensiamo al futuro. All’orizzonte ci sono:

Perlomeno il cd di Gigi è finito. Beccatevi ‘sta perla.

16 thoughts on “Sui gusti musicali dei vicini, sul generale inverno e sull’inesorabile avanzare degli anni

  1. pilar93 14 settembre 2013 / 12:34

    Buon compleanno e buon futuro!🙂

    Cambiare/scegliere il tema di wordpress è sempre un dramma per me, soprattutto per quel fatto di cui parli anche tu, che alcuni temi non si possono personalizzare a meno che uno non se ne intenda di strani codici arabi.

    Io sono una femmina maschile, mi taglio i capelli non per cambiare o per girare pagina ma perché sono tutti rovinati e dopo un anno che non si tagliano, insomma, van tagliati. Poi però a volte è il taglio che causa un cambiamento. Perché quando esco dalla parrucchiera, chettedevodì, mi sento figa.

    Ah, fuck Gigi D’Alessio.

    Mi piace

    • franciswolves 14 settembre 2013 / 18:29

      Grazie🙂

      Il fatto è che prima di passare qui su wordpress il blog era su altervista, e lì le possibilità di personalizzare erano infinite (anche grazie all’editor css e html). Ma ora, sinceramente, non so se avrei voglia di lanciarmi in una missione del genere!

      Beata te che al taglio di capelli ti senti figa! Io mi sento nudo😀

      Mi piace

    • pilar93 14 settembre 2013 / 18:30

      Ahah è una delle differenze tra maschi e femmine!😀

      Mi piace

  2. Gintoki 14 settembre 2013 / 13:32

    Buon compleanno!

    Ho sempre vissuto il taglio femminile con terrore, quando vedo cambiamenti comincio a chiedermi e a chiedere cosa sia successo, facendo il 3° grado (parlo delle donne con cui avevo una relazione).

    Mi piace

    • franciswolves 14 settembre 2013 / 18:32

      Esatto😀 Noi avevamo una prof di latino bionda naturale che da un giorno all’altro si presentò in classe mora… diciamo che le insinuazioni (e le prese in giro al povero marito)
      si sprecarono😀

      ps: grazie per gli auguri!

      Mi piace

  3. Wish aka Max 14 settembre 2013 / 14:19

    Te nun ce ‘o sai (come direbbe Johnny) ma cinque anni prima che tu emettessi il tuo primo vagito io ero in una chiesa a dire sì. Johnny dice che si j’avessi sparato oggi stavo fori.😉😀

    Mi piace

    • Wish aka Max 14 settembre 2013 / 18:16

      Pfffffffffff commentare dall’aifon fa sparire l’icona… e insomma auguri, ché m’ero pure dimenticato!

      Mi piace

    • franciswolves 14 settembre 2013 / 18:34

      Grazie!

      Ma il tuo sì in chiesa rientra tra gli eventi non proprio allegri da annoverare sotto il 14/9? Spero di no!😀

      Mi piace

    • Wish aka Max 14 settembre 2013 / 18:48

      Diciamo memorabili. Così non mi sbilancio😆

      Mi piace

  4. Veronica Adriani 14 settembre 2013 / 15:55

    Tema colorato, ci piace! Mi dispiace solo che tu abbia dovuto iniziare la giornata del tuo compleanno con Gigi d’Alessio (ma attenzione, guai a confonderlo con Gigione: una ricerca su youtube di quest’ultimo soggetto ti dimostrerà che non c’è davvero limite al trash).
    Auguri!

    Mi piace

    • franciswolves 14 settembre 2013 / 18:37

      ODDIO non volevo assolutamente evocare un personaggio simile!😀 Grazie🙂

      Mi piace

  5. ammennicolidipensiero 14 settembre 2013 / 16:44

    “ecco, s’è fatta i ricci. io questo già l’ho notato. c’è un problena, e si crede di risolvere tutto coi ricci…” dicevail caro vecchio nanni.

    Mi piace

    • franciswolves 14 settembre 2013 / 18:42

      Ammetto l’ignoranza cinematografica, ma da quel poco che leggo Moretti aveva capito tutto🙂

      Mi piace

  6. ro 14 settembre 2013 / 20:48

    Cheers! Bene, settembre. Ho un’innata simpatia per chi é nato in questo mese.E mo’ si capisce anche il perché della tua tendenza nerd🙂

    Mi piace

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...