Cour-sera, sera (whatever will be, will be)

Forse è perché sono passati ormai quattro mesi dall’ultima volta che ho messo piede in università, o forse è perché mancano tre settimane alla ripresa dei corsi: fatto sta che la scoperta della settimana si chiama Coursera, e a quanto ho capito è il non plus ultra dell’online learning gratuito.

Nata nell’aprile 2012 dall’idea di Andrew Ng (gran bel cognome!) e Daphne Koller, professori della Stanford University (California), Coursera è un’azienda che opera nel campo dell’e-learning offrendo corsi universitari MOOC (massive open online course) aperti a… chiunque sia dotato di connessione internet! Le prime università a partecipare sono state Princeton, University of Michigan, University of Pennsylvania e la già citata Stanford – tutti istituti di primo livello. A meno di due anni dalla fondazione le collaborazioni si sono moltiplicate a vista d’occhio, e ora Coursera vanta il sostegno di ottantacinque università di sedici paesi diversi, che in totale offrono più di quattrocento corsi. Gratis.

I corsi trattano gli argomenti più svariati: si va dall’ingegneria alla storia, dalla filosofia alla fisica, dalla musica all’informatica. La cadenza delle lezioni è settimanale, e in genere i corsi durano dalle quattro alle quindici settimane. Si tratta di un’iniziativa aperta a tutti. Per esempio, uno studente di matematica può seguire lezioni complementari al suo corso “reale” e al tempo stesso può farsi un po’ di cultura in un campo – l’arte rinascimentale, la politica estera americana – completamente estraneo al suo percorso di studi. E ovviamente chiunque voglia coltivare nuovi interessi è il benvenuto: molti corsi sono di “introduzione” alla materia, e quindi non richiedono prerequisiti di alcun tipo.

Partecipare è molto semplice: registrazione al sito, scelta del corso (o dei corsi), iscrizione al corso. Non sono richiesti libri di testo, poiché tutto il materiale (video, diapositive e spiegazioni) è offerto dal sito. Inoltre molti corsi includono quiz interattivi a ogni lezione, e in genere si tiene un esame finale. È previsto perfino il rilascio di un certificato di partecipazione (il quale, per quanto possa valere, arriva pur sempre da un’università coi fiocchi).

Alcune delle università coinvolte

Ho trovato alcuni articoli in cui ci si chiede se iniziative quali Coursera potranno in futuro sostituire l’istruzione universitaria tradizionale. A me sembra piuttosto improbabile, ma ciò non toglie che i corsi virtuali, se organizzati in modo professionale da atenei di prim’ordine, possano offrire risorse complementari al percorso formativo tradizionale.

Al momento Coursera conta quattro milioni di iscritti.

Sto seriamente pensando di provare uno dei corsi. Uno, non di più, ma fatto bene. Sono arrivato a una shortlist di sette corsi, a breve mi toccherà scegliere tra:

  • Introduction to Logic (Stanford University, Sep 30th)
  • Introduction to Finance (University of Michigan, Oct 7th) – Mi piacerebbe tanto capirci qualcosa, ma temo serva qualche nozione base che non ho
  • Internet History, Technology, and Security (University of Michigan, Oct 7th)
  • Introduction to Philosophy (The University of Edinburgh, Oct 14th)
  • Introduction to Guitar (Berklee College of Music, Oct 14th) – Anche se qualche base ce l’ho già
  • Global Warming: The Science of Climate Change (The University of Chicago , Oct 21st)
  • 21st Century American Foreign Policy (Duke University, Oct 20th)

9 thoughts on “Cour-sera, sera (whatever will be, will be)

  1. pilar93 24 settembre 2013 / 13:52

    Anch’io l’ho appena scoperto, proprio la scorsa settimana. Ma – as usual – mi sono entusiasmata un sacco, mi sono iscritta a un botto di corsi e già so che non ne seguirò nessuno, perché ora ho i corsi veri da seguire e so’ ccazzi se non mi metto a studiare. Tanto avrò tutto il tempo da disoccupata, dopo la laurea.

    Mi piace

    • franciswolves 24 settembre 2013 / 14:39

      Anch’io riprendo a breve, quindi preferisco sceglierne uno solo🙂

      Mi piace

    • pilar93 24 settembre 2013 / 16:31

      Tu hai più moderazione e buonsenso di me🙂

      Mi piace

  2. ammennicolidipensiero 24 settembre 2013 / 13:55

    conosco coursera da parecchio tempo. il tuo post mi ha dato il “la” per andare a cercare un corso su un aspetto informatico che da tempo devo approfondire. ecco, probabilmente sono riuscito a beccare con invidiabile precisione una delle poche cose che manca tra i corsi. sic.

    Mi piace

  3. Lotje 24 settembre 2013 / 15:11

    Ci sono recensioni veramente belli di questi corsi online. Io dovrei vedere prima.

    Mi piace

  4. Elena 25 settembre 2013 / 11:12

    io voto per il cambiamento climatico!

    Mi piace

    • franciswolves 2 febbraio 2014 / 14:24

      Ho seguito metà corso, con tanto di bei voti ai test di fine capitolo. Poi ho iniziato ad accumulare lezioni e test arretrati, quindi ho abbandonato. È stata un’esperienza positiva, ma per i miei ritmi è meglio seguire i corsi d’estate.

      Mi piace

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...