Talenti sprecati

Un po’ per esorcizzare l’inizio imminente dell’ultimo anno di specialistica, e un po’ perché la serie “notizie  inutili – ma talmente inutili che nemmeno Studio Aperto le considera – dal mondo” ha avuto un discreto successo, ecco a voi un nuovo, spumeggiante articolo senza il quale il mondo sarebbe andato tranquillamente avanti lo stesso. Per par condicio l’articolo del giorno è tratto dal sito di Repubblica, quotidiano che a quanto pare ha superato il Corriere per numero di lettori, e che anche in quanto a rapporto demenzialità/paragrafo se la gioca alla grande con i simpaticoni (be’, oddio, parliamone) di via Solferino.

Avete mai pensato di avere un enorme talento nel fare qualcosa di completamente inutile? Che ne so, pescare decine di peluche alle macchinette, fare notevoli pernacchie con le ascelle, scrocchiare le dita dei piedi in continuazione? Siete stanchi di mandare in visibilio soltanto amici e parenti e mirate a platee più ampie? Ebbene, il vostro momento è arrivato.

Come ci informa Pier Luigi Pisa in “C’è un record del mondo per tutti col Guinness dei primati fai-da-te”, oggigiorno tutti hanno il sacrosanto diritto ad avere il loro personalissimo Guinness. E a renderlo ufficiale pensa Recordsetter, sito nato due anni fa nella patria del cazzeggio, del nonsense e dell’esagerazione: il parlamento italiano gli Stati Uniti d’America.

Welcome to RecordSetter, the new home of world records. We believe everyone can be the world’s best at something. Our mission is to raise the bar of human achievement through world records.

Sembra il messaggio di un’organizzazione umanitaria votata alla filantropia. In realtà è solo l’idea di alcuni cazzoni che si sono inventati una struttura parallela a quella ufficiale, hanno ammorbidito il regolamento e aggiunto una sana dose di ignoranza e spensieratezza, sempre stringendo l’occhio al social networking. Sì, perché basta postare un video, proprio come su un Facebook qualsiasi, per poter ricevere l’omologazione del record (bastano 48 ore, contro le sei settimane dei più blasonati “rivali”) e, alla domanda “che hai fatto oggi?”, poter rispondere “niente, ho solo battuto tre record mondiali”.

E che record! Vi consiglio vivamente di fare un salto sul sito: scoprirete che l’immaginazione umana e la demenza più pura formano una combo micidiale, che neanche Yoshimitsu in Tekken 3. Già nell’articolo di Repubblica.it si trovano personaggi di un certo spessore, come “la persona più veloce al mondo nel coprire un corpo con una protezione solare da 250 ml”, l’idiota che “ha fissato il record per la velocità più alta – circa 16 km/h – raggiunta su un tapis roulant in pubblico e con un costume da coniglio indosso” e “il più largo gruppo di persone fenomeni (ndr) – 1.189 – ad aver scoppiato un palloncino con il proprio fondoschiena nello stesso istante”.

Quindi, se per caso aveste in mente – so che non vedete l’ora! – di esercitarvi sui passi de “Il lago dei cigni” fischiettando il maggior numero di canzoni dei Children of Bodom, non dimenticate di portare una videocamera o un cellulare con voi. Recordsetter is waiting for you.

8 thoughts on “Talenti sprecati

    • Gintoki 11 ottobre 2013 / 14:08

      Ho notato!
      Il “bello” è che mi sembra di capire non ci sia limite, solo quello dettato dalla nostra immaginazione.

      Non so, potrei specializzarmi in quello che si sventola più velocemente facendo scorrere col pollice le pagine di un libro di Umberto Eco edizione Bompiani 2010 comprato usato al Libraccio in un giorno di pioggia!

      Mi piace

    • franciswolves 11 ottobre 2013 / 14:10

      Esatto! E potrai dire di essere un primatista mondiale!

      Mi piace

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...