Non tutti vogliono dirigere un’azienda

Non tutti vogliono dirigere un’azienda. Non tutti vogliono essere i più grandi campioni del paese o far parte di svariati consigli d’amministrazione, non tutti vogliono avere i migliori avvocati, non tutti vogliono aprire gli occhi ogni mattina sul trionfo o la rovina nei titoli di giornale.

Qualcuno vuol essere la segretaria che resta fuori quando si chiudono le porte della riunione, qualcuno vuole guidare la macchina del capo anche il giorno di Pasqua, qualcuno vuole eseguire l’autopsia del quindicenne che si è suicidato una mattina di gennaio, e l’hanno ritrovato in acqua una settimana dopo. Qualcuno non vuole andare in tivù, alla radio, sui giornali. Qualcuno vuole vedere il film, non esserci dentro.

Qualcuno vuol fare il pubblico.

Qualcuno vuol essere una ruota dell’ingranaggio.

Non perché è costretto, ma perché lo vuole.

Una pura questione matematica.

Johan Harstad
Che ne è stato di te, Buzz Aldrin?
(Titolo originale: Buzz Aldrin, hvor ble det av deg i alt mylderet?)
Traduzione di Maria Valeria D’Avino
Iperborea, 2008

Annunci

9 pensieri riguardo “Non tutti vogliono dirigere un’azienda

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...