Prima le nuvole

E niente, alla fine ridendo e scherzando luglio è quasi finito e domani sarò in terra fiamminga per cercare di chiudere in degno stile cinque anni passati a studiare (anche) una lingua tanto ricca quanto vituperata e soprattutto, diciamocela tutta, ignorata dalla gente che conta, dalla gente che non conta e dall’anziana conoscente che ogni volta si lancia in un «ah, olandese! Ma è come il tedesco, no?», e io, fino alla nausea, a rispondere «sì, cara anziana conoscente, un pochino ci assomiglia, sì», e a pensare «no, rimbambita di un’anziana conoscente, non è come il tedesco, se no si chiamerebbe tedesco, no?, e allora l’Olanda e le Fiandre sarebbero una specie di possedimento tedesco, no?, e l’ultima cosa che vogliamo è la nascita del Quarto Reich, vero anziana conoscente?, e poi prova a prendere un olandese e a digli che la sua lingua è come il tedesco, vedi dove ti manda, anzi, prova a dirlo a un fiammingo, magari a un fiammingo secessionista, di quelli che in confronto Borghezio è un puccioso cucciolo di koala, prova a chiedere a lui, che già s’incazza se gli dici che lui parla olandese, figurarsi tedesco».

Abbiate pazienza, tendo a reprimere.

Domani Fiandre, quindi, per la precisione Gent, dove diverse decine di studenti da tutto il mondo, dagli USA all’Indonesia, seguiranno lezioni la mattina, si abbioccheranno durante le conferenze del pomeriggio e si sfonderanno di birra – rigorosamente belga – a ogni occasione propizia. Sono corsi estivi organizzati per incoraggiare lo studio dell’olandese all’estero, spesso i partecipanti sono matricole universitarie smaniose di toccare con mano ciò che per mesi hanno potuto solo ammirare da lontano, sui libri. Il viaggio da matricola me lo sono fatto pure io, quattro anni fa, e il primo impatto fu abbastanza traumatico. Che mi abbiano preso anche quest’anno è un fuori programma, un caso fortuito o, con le parole di chi ha contribuito a formarmi nell’ultimo lustro, «una botta di culo».

Non mi lamento.

Diciamo che è un ottimo diversivo per sfuggire a pressioni, ansie, dubbi e aspettative tipiche di chi si è appena messo alle spalle il mondo accademico e si accinge a inoltrarsi nella giungla del lavoro con in mano poche idee, tante paure e qualche graffetta, roba che anche il McGyver più ispirato non saprebbe davvero che pesci pigliare. Ma a questo pensiamo fra tre settimane. Ora c’è da pensare alle nuvole di Gent, ai riflessi di Brugge, all’arroganza di Bruxelles. C’è da capire se Anversa mi piace o meno, se sopravviverò alla palude – sì, c’è una palude – e se ci sarà la possibilità di andare a trovare tre bambini che forse, di me, manco si ricordano.

Ma una cosa alla volta. Prima le nuvole.

https://i0.wp.com/www.gentblogt.be/wp-content/uploads/2012/08/20120803_fvdd.jpg

7 thoughts on “Prima le nuvole

  1. rO 27 luglio 2014 / 08:21

    Buon viaggio!!
    Che bello! Sono molto felice per te. Mi sono spesso chiesta se studiare olandese abbia reso te più simile a loro. Me lo chiedevo perché io mi ci sento inglese e tedesca. Sarà un’esperienza bellissima!! Invidia a pacchi! 🍻🍻

    Mi piace

    • franciswolves 28 luglio 2014 / 07:30

      Grazie! Diciamo che mi sono sempre trovato vicino al loro modo di pensare durante le lezioni di cultura. E poi in queste zone mi sento a mio agio, quindi direi di sì, tutto sommato.

      Mi piace

  2. Firmato Ckf 27 luglio 2014 / 08:45

    Fiandre e nuvoleee la faccia ubriaca del benelux, gara a chi beve di più… Che voglia di sboccare io ho

    Mi piace

  3. Veronica Adriani 27 luglio 2014 / 12:43

    Ogni volta che vedrò Borghezio da oggi in poi terrò a mente la tua immagine dei pucciosi cuccioli di koala: solo per questo ti sarò grata in eterno. Buon viaggio!

    Mi piace

    • franciswolves 28 luglio 2014 / 07:32

      Grazie! È sempre bello pensare a Borghezio, no?😀

      Mi piace

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...