(n)Euro 2016 – Pogba, Payet e lu pilu (#06)

L’Europeo è cominciato e il team (n)Euro 2016 è ampiamente sul pezzo. A voi le impressioni della prima giornata!

L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DI ESSERE STANCU
Partita d’apertura dell’Europeo 2016 ed è subito Francia contro Romania. Sfida di un’importanza così infima da essere quasi interessante.
Chi vince? I padroni di casa, ma la Romania, pur giocando a stinco-palla (Popa non si può guardare), non ha sfigurato contro una Francia abulica nei suoi talenti sopraffini (Pogba su tutti).
Partita divertente, soprattutto per la quantità di botte che si sono dati i giocatori. La palla scottava fra i piedi di entrambe le formazioni che, di fatto, sparacchiavano palloni a babbo di minchia in giro per il campo.
Francia talentuosa, ma cazzeggia allegramente finché non passa in vantaggio con Giroud (sospetto fallo sul portiere). Viene raggiunta su rigore da Stancu (fallo di Evra, che soffia sulle spalle di un romeno cadente aiutandolo a planare di faccia in area). Dopo la noia, otto minuti d’emozione. Da questo momento la Romania crede alla vittoria e scartavetra caviglie e tira su zolle d’erba senza combinare granché (a parte una clamorosa cilecca in area e una conclamata incapacità di crossare) mentre la Francia tira fuori la creatività dal congelatore. Qualità sterile, con occasioni potenziali ma niente di fatto… almeno finché Payet (il West Ham starà festeggiando e aspetta telefonate per spennare qualche squadrone) non spara una cannonata sotto l’incrocio che dice: Francia 2 – Romania 1.
(Zeus)

https://i0.wp.com/www.101greatgoals.com/wp-content/uploads/2016/06/dimitri-payet-celebrates-france-2-1-romania-june-2016-1024x576.jpg

MENO POGBA, PIÙ GIROUD!
Quanto sono bella! Quanto sono brava! Io sono la Francia! E per “una Payet” non ho rischiato di fare una figura barbina.
Un pareggio in casa, al debutto dell’Europeo, contro la Romania non sarebbe stato un bel biglietto da visita. Ma alla fine ha recuperato, grazie al semisconosciuto Dimitri Payet (gioca nel West Ham), che oltre ad aver giocato la partita della vita, stufo dei gol mangiati dai compagni, ha fatto un tiro meraviglioso e ha regalato la vittoria ai Galli.
Il tanto atteso Pogba ha deluso (soffrirà d’ansia da prestazione? Speriamo per lui solo in campo). Ora a memoria non mi ricordo una partita importante, dove il tanto osannato juventino abbia fatto la differenza… escludendo i vari Chievo-Juve, Atalanta-Juve, ché, per carità, anche quelle partite servono a vincere lo scudetto, ma non passano certo alla storia. Aiutatemi, magari sono io che ho la memoria corta, ma più di qualche giochetto a centrocampo e qualche passaggio poco ha fatto. Avrà tempo, il torneo è lungo… potrebbe anche fare di peggio. La Romania se l’è cavata bene, ha retto come ha potuto e in alcuni tratti ha pure fatto sbiancare la Francia, cosa non facile, visto che da vera nazione multietnica ha molti giocatori di colore.
Due parole le voglio spendere anche per Olivier Giroud, non tanto per il suo gol non proprio regolare, ma perché a tratti è stata la cosa migliore in campo. Passo e chiudo!
(Colpoditacco)

https://i1.wp.com/static.standard.co.uk/s3fs-public/styles/feed/public/thumbnails/image/2016/06/09/18/oliviergiroud0906.jpg

SCANDALI SPAGNOLI E INGLESOTTI SBRONZI
Ok, Benzema è rimasto a casa, eppure l’Europeo ha già il suo primo caso torbido. A essere invischiato è lo spagnolo David De Gea, portiere del Manchester United, il quale, secondo le rivelazioni del quotidiano El Diario, avrebbe abusato sessualmente di due ragazze insieme al compagno di  merende, Iker Muniain. I fatti risalgono al 2011 e sono emersi in questi giorni all’interno di un’inchiesta sull’impresario porno spagnolo Torbe (qui una tenera diapositiva). De Gea, da copione, si è affrettato a smentire tutto. Ora resta da capire se le voci lo deconcentreranno: i tifosi della Repubblica Ceca, primo avversario della Spagna, non aspettano altro.
Un’altra certezza degli Europei, storiacce di infimo livello a parte, arriva dalle caterve di birra trangugiate dai supporter inglesi. Questi ultimi, forse un po’ troppo pimpanti, hanno già dato spettacolo in quel di Marsiglia, scontrandosi con la polizia locale (e molto probabilmente con se stessi). Parlare di hooligan è forse prematuro, ma di certo intonare cori sull’Isis in Francia non è proprio l’idea del secolo. La speranza è che, al netto di arrestati, contusi e feriti, questa sera ci sia ancora qualcuno in grado di incitare i Tre Leoni contro la Russia più scarsa di sempre.
(Fra)

https://i.ytimg.com/vi/dlyHRLOqC3E/maxresdefault.jpg

6 thoughts on “(n)Euro 2016 – Pogba, Payet e lu pilu (#06)

  1. colpoditacco 11 giugno 2016 / 14:56

    Qui facciamo dei commenti che Sky, Mediaset, Rai, Gazzetta e France Football se li sognano…

    Mi piace

  2. Zeus 11 giugno 2016 / 18:11

    L’ha ribloggato su Music For Travelerse ha commentato:
    Vi siete persi Francia – Romania? Volete sapere i retroscena più scabrosi degli Europei?
    Leggete questa nuova puntata di (N)Euro 2016!

    Mi piace

  3. Cix79 13 giugno 2016 / 12:33

    Che partita noiosa noiosa noiosa… con i 2 giorni successivi è andata lievemente meglio x fortuna!

    Mi piace

    • Fra 13 giugno 2016 / 14:29

      La prima partita dei gironi è sempre la più chiusa, nessuno osa per paura di perdere. Col passare dei giorni i gol dovrebbero aumentare (si spera!)🙂

      Liked by 1 persona

    • Cix79 13 giugno 2016 / 14:44

      Tipo stasera?😀

      Mi piace

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...