(n)Euro 2016 – La grande muraglia slovacca (#15)

Grandi attese per Inghilterra-Slovacchia, ma dall’ultimo turno del girone B è uscita l’ennesima partita loffia di Euro 2016. Nella speranza di assistere a partite migliori, ecco alcuni spunti sul pareggio di ieri sera.

ALCOL, SANGUE E TAMPAX NASALI
L’Inghilterra in quest’ultimo turno era chiamata a vincere per assicurarsi il primo posto nel girone e giustificare i 5 milioni di euro di stipendio che prende Hodgson. Peccato che si sia trovata di fronte il muro slovacco, che ha strenuamente difeso lo 0-0 sino alla fine. La vittoria del Galles che ha asfaltato la Russia significa due cose: 1) Putin ha un altro Paese da odiare, 2) l’Inghilterra finisce seconda dietro i gallesi, mentre gli slovacchi sono terzi con 4 punti e buone chance di essere ripescati, per lo strano nuovo regolamento messo insieme da Platini mentre riceveva una bustarella.
L’Inghilterra ha giocato bene, va detto, e ha messo subito le cose in chiaro: il primo slovacco che ha provato a superare la metà campo è finito steso per terra col naso sanguinante. Chiedete a Pevarik che dopo la gomitata di Bertrand ora girerà per tutta la vita con dei Tampax nelle narici.

sadf
Anche in quei giorni, non rinunciare ai tuoi hobby (tipo fare a botte con gli inglesi)!

Hamsik era alquanto confuso perché appena prendeva palla alzava la testa e cercava Higuain come di solito fa nel Napoli. Non trovandolo, si voltava indietro e cominciava a dribblare nella propria area, cercando di evocarlo disegnando cerchi alchemici coi tacchetti sul campo.
Vardy ha le polveri bagnate o forse si è bagnato troppo di alcool prima della gara, fatto sta che si è divorato un gol, mentre Skrtel, l’uomo-codice fiscale, uscirà dal campo col mal di testa per tutti i palloni che ha respinto. L’area di rigore della Slovacchia era più affollata del Grande Raccordo Anulare nell’orario di punta.
Non c’è stato niente da fare, comunque, e a nulla sono valsi gli ingressi di Rooney e del giovane talentuoso Alli: il muro slovacco ha resistito.
(Gintoki)

LAZZARO, ALZATI E CAMMINA (SEI CONVOCATO)
Il popolo inglese voleva Vardy e Sturridge al posto di Kane e Sterling, e Hodgson ha obbedito. Peccato che il caro Roy si sia spinto oltre, sostituendo in tutto ben sei degli undici giocatori che erano partiti titolari contro Galles e Russia, in un turnover progressista che male si abbina a quel vecchio conservatore di un ct.
E se la rotazione degli attaccanti era prevedibile, vista appunto la sommossa popolare in corso, pochi si sarebbero aspettati di vedere in campo Jack Wilshere, il quale, giova ricordarlo, è un centrocampista tanto talentuoso quanto fragile. Basti pensare che l’ultima partita giocata per intero da Wilshere nel suo club, l’Arsenal, risale al 23 settembre 2014. Da sempre pupillo di Hodgson, Jack è stato convocato al posto di Danny Drinkwater, uno dei principali artefici del miracolo Leicester, e ieri ha ottenuto pure una maglia da titolare, prodigandosi quindi in una partita abietta come poche.

https://www.dreamteamfc.com/c/s3/dreamteamfc-prod/uploads/2016/06/alli-vardy.jpg

La Slovacchia, per usare un calco dall’inglese, ha parcheggiato l’autobus davanti alla porta negli ultimi 30′ e ha saputo respingere ogni (sterile, a dire il vero) assalto inglese. Altrove, invece, il Galles ha spazzato via la Russia e si è guadagnato il primo posto del girone.
Ciò significa che l’Inghilterra potrebbe incontrare il Portogallo agli ottavi. Qualora andasse così, visti gli infausti precedenti (Euro 2000, Euro 2004 e Mondiali 2006), conviene forse prenotare già i biglietti per Gatwick.
(Fra)

BARRICATE SLOVACCHE
Delle partite di ieri, come non parlare del calcio champagne della Slovacchia. A Barcellona già si stanno segnando il modulo di gioco, diranno addio per sempre al tiki taka.
Slovacchia – Inghilterra  (sì, ammetto di averla vista) si può riassumere in questo modo: 11 in attacco e 11 in difesa. Gli inglesi hanno cercato, inutilmente, di scardinare la difesa slovacca, ma Hamsik e compagni hanno adottato uno modulo che definirlo difensivo è come dire che Manzoni un paio di cose carine le ha scritte. Nel secondo tempo hanno schierato uno spregiudicato 8-2-0… tanto per stare tranquilli.
Se varcavano la linea di centrocampo partiva una scarica elettrica, l’allenatore nell’intervallo li aveva dotati di un collare, di quelli che danno la scossa quando i cani abbaiano.
Sull’Inghilterra che dire? In tutte le gare si è sempre impegnata, attaccando con ogni reparto ma, con scarsi risultati. E alla fine è arrivata seconda nel girone scavalcata dai parenti gallesi che si piazzano al primo posto con Bale che segna e trascina la squadra… un po’ come Ronaldo e Ibrahimovic. La Russia non pervenuta… magari se restava a casa ci risparmiava qualche teppista.
(Colpoditacco)

https://i2.wp.com/static.goal.com/3354800/3354862_gallery.jpg
Ramsey ha segnato. Cari VIP, fossi in voi, mi toccherei i cojones.

2 thoughts on “(n)Euro 2016 – La grande muraglia slovacca (#15)

  1. colpoditacco 21 giugno 2016 / 14:31

    L’ha ribloggato su e ha commentato:
    Alla Slovacchia la Barriera de “Il Trono di Spede” gli fa un baffo… gli estranei vanno tenuti lontani. Grande Galles che sorpassa l’Inghilterra e vince il girone.

    Mi piace

  2. Zeus 21 giugno 2016 / 16:42

    L’ha ribloggato su Music For Travelerse ha commentato:
    Ed al grido “TU. NON. PUOI. PASSARE!” la Slovacchia ha fermato l’Inghilterra in uno degli Europei più noiosi di sempre.
    Ma ci sono sangue, tette e figure di legno di C. Ronaldo. Cosa volete di più?

    Mi piace

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...