Conversazioni elitarie

Chi: Sally Rooney
Cosa: Conversations with Friends
Quando: 2017
Dove: Dublino, Irlanda
Come: English
Perché: da qualche tempo la cara Sally compare in ogni lista di giovani autori promettenti (lei è del ’91), e allora mi è parso giusto indagare di persona.
E in italiano? Parlarne tra amici (2018, Einaudi, traduzione di Maurizia Balmelli)
Sunto:
Frances, voce narrante, è una pacata studentessa 21enne del Trinity College dagli ideali comunisteggianti e dalle incerte ambizioni letterarie. A completarla è la brutale coetanea Bobbi – amica, ex fidanzata, anima affine – argomentatrice seriale dal carisma abbagliante. Insieme si esibiscono nei circoli letterari dublinesi recitando poesie spoken word, ed è così che incontrano Nick, attore belloccio e remissivo, e Melissa, fotografa esagitata e dominante, uniti dal matrimonio ma divisi da misteriose vicende passate. Inesorabilmente si forma un triangolo, i cui vertici, con il passare delle pagine, si fanno sempre più aguzzi e iniziano a provocare ferite – alcune superficiali, altre profonde – a tutti i personaggi coinvolti.
Bonus: a spiccare è soprattutto la capacità di Rooney di esplorare la mente dei millennial; l’interesse per quanto accade nel mondo, così come la mancanza di certezze e la vaga sensazione di inadeguatezza sono tratti in cui un twentysomething – un ventenne-e-qualcosa, per restare pigramente adesi al termine inglese – può ritrovarsi appieno. L’intreccio, la mera successione di eventi, non porta da nessuna parte, ma è chiaro che per l’autrice i fatti siano soltanto un mezzo per amplificare dialoghi (asciutti e incisivi) e riflessioni. Inoltre, il soffermarsi su dettagli minori, la volontà del (e l’abilità nel) narrare le piccole cose, restano impressi e rendono il racconto più verosimile.
Malus: ogni tanto si ha l’impressione che l’autrice non sia in pieno controllo della storia, qua e là spuntano ripetizioni e passaggi fuori fuoco. Va poi detto che gli ambienti in cui Bobbi e Frances si aggirano – cerchie artistiche progressiste alquanto elitarie – non portano esattamente il lettore a un’empatia totale e incondizionata. In altre parole: se vi aspettate che le conversations del titolo vertano sull’ultimo vincitore dell’Eurovision, sul fantacalcio o sulle mascherine FFP3 (cristosanto), rimarrete delusi.
Supercit.

“Things and people moved around me, taking positions in obscure hierarchies, participating in systems I didn’t know about and never would. A complex network of objects and concepts. You live through certain things before you understand them. You can’t always take the analytical position.”


Consigliato a: facciamo uno strappo alla regola – se i temi e lo stile del romanzo vi sembrano vagamente interessanti, considerate la lettura di Normal People, della stessa autrice (Persone normali nell’edizione italiana), più maturo e meno rarefatto.
Fun fact: negli anni dell’università Rooney è stata “dibattitrice agonista”, ovvero ha partecipato a diverse competizioni nazionali e internazionali di dibattito (ebbene sì, esistono davvero), un’esperienza di cui parla in questo saggio del 2015 pubblicato sulla Dublin Review – che peraltro dà un’idea abbastanza chiara del suo modo di scrivere.

Sally Rooney, Guardian UK, May 24, 2017 : Foto di attualità

3 pensieri riguardo “Conversazioni elitarie

  1. “ma è chiaro che per l’autrice i fatti siano soltanto un mezzo per amplificare dialoghi (asciutti e incisivi) e riflessioni.”

    ARGH! Ottimo metodo per non farmelo leggere mai! 🙂

    "Mi piace"

    1. Ciao! Ottimo, vedo che a distanza di tempo queste mini-recensioni continuano a essere dei non-consigli di lettura per te 😀
      (Scusa se rispondo ora, non ho ricevuto nessuna notifica)

      "Mi piace"

Sì?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.