Brasil 2014 – Oh wie ist das wunderschön! (#17)

Signore e signori, s’è fatta una certa: il mondiale è finito, tocca sbaraccare. Ma prima del superpagellone finale – sì, ci sarà un superpagellone finale – ecco la consueta cronaca live (in differita) dell’ultima partita, la finale Germania – Argentina.

Mancano pochi minuti al del calcio d’inizio. Se si vuole usare un eufemismo, i tedeschi in patria sono moderatamente ottimisti. Vedere le prime pagine dei giornali di stamattina per credere.

Solo i tedeschi possono giocare a Scarabeo sulla prima pagina di un quotidiano…

Tra i crucchi manca Khedira, che si è infortunato durante il riscaldamento pre-partita; al suo posto gioca il pressoché sconosciuto Kramer. Confermata invece l’assenza di Di Maria tra gli argentini, con Perez che prende il suo posto. Ancora una volta radiocronaca Gialappa’s e immagini Rai senza audio, ché Dossena è davvero insostenibile. Dirige l’incontro il sig. Rizzoli. Speriamo non faccia danni.

Teams come out

Leggo che Kramer non doveva nemmeno essere in Brasile. È stato convocato all’ultimo minuto a causa di un altro infortunio, e ora si trova a giocare la finale della coppa del mondo. È un po’ come se un onesto faticatore come Simone Barone diventasse campione del mondo. Ah, lo è diventato davvero? Ops.

FISCHIO D’INIZIO – Si parte! Tedeschi in bianco, argentini in blu. Secondo il sig. Carlo la partita finirà 0-0 e si andrà ai supplementari. Così, giusto perché si sappia.

2′ Müller subito steso da Rojo, punizione dai venticinque metri.

3′ Schema ridicolo dei tedeschi, appostati in massa dietro il pallone. Uno finge di tirare, un altro tocca la palla, un altro ancora la ferma e il quarto tira: tutto ‘sto casino e poi la palla finisce contro la barriera. Contro l’Algeria avevano fatto di peggio…

4′ Contropiede Argentina: Lavezzi avanza in velocità, poi Higuain spara a lato.

5′ Ricordo che in radio con la Gialappa’s c’è il sempre misurato Michael. È dal ’94 che i Gialappi invitano questo fenomeno, nelle cui vene scorre più birra che sangue, per commentare le partite della sua nazionale ai mondiali e agli europei. Personaggio di altissimo livello, dalle esultanze sempre sobrie e composte.

6′ Müller crossa da destra, Romero raccoglie senza problemi.

8′ Messi si mette in modalità Playstation e svernicia Hummels sulla fascia destra. Peccato che nessun compagno l’abbia seguito: palla persa.

10′ Ancora Argentina, ancora un cross rasoterra dal lato destro, ancora nessuno pronto a tirare.

Lionel Messi puts in a cross

11′ Tedeschi chiaramente in difficoltà, se si tiene a mente l’efficienza nazista mostrata contro il Brasile.

12′ Cross di Lahm, Klose non ci arriva. Il copione prevede che la Germania macini gioco e che l’Argentina punga in contropiede.

14′ «Kroos ha un brufolo enorme sul naso» segnala Gherarducci. Perché in finale sono i dettagli a fare la differenza.

17′ Kramer, quello che in Brasile manco doveva esserci, viene abbattuto da una spallata di Garay. Tipo un Frecciarossa che impatta contro una Smart. Rizzoli non si accorge di niente.

21′ HIGUAIN SI MANGIA UN GOL ASSURDO! Chiaramente infastidito dal brufolo, Kroos fa un retropassaggio suicida verso Neuer. Il passaggio diventa un assist per Higuain che però, solo davanti al portiere, tira una ciabattata immonda.

Gonzalo Higuain

23′ Mischione nell’area dell’Argentina, Miroslav «Armadillo impagliato» Klose non riesce a tirare.

25′ Argentini arroccati davanti all’area.

28′ Fuorigioco di Müller, urla belluine di Michael nello studio RTL.

29′ Ammonito Schweinsteiger, lo Scalatore di Maiali.

30′ HIGUAIN! GOL… ANNULLATO! Se ne accorgono tutti tranne il centravanti del Napoli, che esulta per mezz’ora salvo poi notare la bandierina alzata.

Eddaje Gonzalo, guardami…

31′ La botta presa da Garay ha lasciato il segno: Kramer, rincoglionito e sconvolto come Spud in Trainspotting, deve lasciare il campo. Löw butta dentro Schürrle, inconsapevole del fatto che all’inserimento di ogni umlaut corrisponde una bestemmia (maledetti codici ascii).

33′ Höwedes va in tackle sul pene di Mascherano: ammonito. Il centrocampista del Barcellona, che già nell’ultima partita si era fatto male in zone delicate, sembra uscirne incolume.

35′ Ennesimo contropiede Argentino: Lavezzi, poi Messi, poi il piedone di un crucco che mette in angolo.

36′ SCHÜRRLE! Bell’azione tedesca, ma il tiro centrale del biondo è respinto da Romero.

37′ Ricordiamo che la sempre pia e casta Rihanna ha fatto apprezzamenti su Romero. Che è sposato. La moglie del portiere, un po’ seria e un po’ pronta a decapitarla e a bere dal suo cranio, gliel’ha offerto per una settimana in caso di vittoria finale.

Povero Romero…

39′ MESSI! Tutto solo si lancia in area, sempre dalla destra, ma la palla viene respinta poco prima che rotoli in rete.

40′ Rizzoli fa la predica a Müller dopo un paio di legnate gratuite in mezzo al campo.

41′ Schürrle si incazza come una SS per una rimessa laterale non concessa.

44′ Tiro loffio di Kroos, para facile Romero.

45′ Angolo di Kroos, Rojo si immola su Hummels. Due minuti di recupero.

45+1’PALO! HÖWEDES! Solo soletto in mezzo all’area, sull’ennesimo corner di Kroos, spedisce la palla sul palo alla sinistra di Romero. Da notare l’eleganza del salto.

Benedikt Howedes hits post

FINE PRIMO TEMPO – Finora tanta corsa, tante botte e un erroraccio a testa. Higuain si starà mangiando fegato, milza e pancreas, ma anche Höwedes doveva far meglio. L’asse Lahm-Müller sta funzionando alla grande, mentre tra gli argentini Lavezzi sembra il più ispirato.

INTERVALLO – Thè per i calciatori, gin tonic per il sottoscritto. La Gialappa’s fa notare come tra gli ospiti VIP al Maracanà ci siano Cannavaro (mi pare giusto), Materazzi (campione del mondo pure lui), Vieri (ma perché?) e… Eros Ramazzotti. Gigi D’Alessio, no?

INIZIO SECONDO TEMPO – Lavezzi è parso talmente ispirato che Sabella, c.t. dell’Argentina, lo ha tolto e sostituito con Agüero. Faccio notare che 1) il cambio non ha senso e 2) è entrato l’unico giocatore argentino con una umlaut nel cognome. Allora ditelo, che è una congiura.

46′ MESSI! La Germania è con la testa ancora negli spogliatoi, Messi ne approfitta e spara da posizione defilata, ma angola troppo. Altra grande occasione mancata.

Lionel Messi scratches head

49′ Fase di stallo in campo, e allora la regia inquadra il Cristo Redentore del Corcovado, mentre sullo sfondo il sole tramonta. È fantastico notare come quel povero cristo – è il caso di dirlo – sia stato strumentalizzato in ogni modo possibile e immaginabile, ma gli unici a essere bacchettati dal clero brasiliano siano stati gli italiani.

50′ Sponda di Agüero per Higuain, ma il Pipita cicca clamorosamente. Argentina molto più offensiva ora.

51′ «Sì ma non siamo su National Geographic!» sbotta Gherarducci, mentre la regia indugia ancora sul sole al tramonto. Come dargli torto?

Christ the Redeemer statue in front of sun

52′ Zabaleta anticipa Höwedes e già che c’è gli porta via una tibia.

53′ Ora è la Germania a difendersi in massa.

54′ Schürrle steso al limite dell’area, Rizzoli fa finta di niente.

56′ Dal nulla Neuer si dà al jujitsu: respinge di pugno una palla vagante ma col ginocchio abbatte la capoccia di Higuain. Rizzoli, nel dubbio, fischia fallo ai danni del portiere.

Manuel Neuer clatters into Gonzalo Higuain

57′ Sabella l’ha presa benissimo.

Sabella

59′ Klose di testa in area, palla moscia che Romero blocca senza problemi.

60′ Palla filtrante di Lahm, ma in area non c’è nessuno.

62′ Ancora Germania, ma si intuisce la paura che serpreggia dei crucchi.

63′ Neuer rinvia direttamente in rimessa laterale. I tedeschi si stanno un po’ cagando sotto, così a occhio.

64′ Ammonito Mascherano per un fallo a centrocampo su Klose.

65′ Ammonito Agüero, sempre per un fallo a centrocampo. Rizzoli ora ammonisce a ogni fallo.

66′ Ci si mena in allegria, in quel di Rio. Neuer si dà allo stretching.

Manuel Neuer

68′ Rojo abbandonato sulla fascia, il suo cross rasoterra è pero lento e viene facilmente intercettato.

70′ Müller per Schürrle, che davanti a Romero non controlla il pallone.

72′ Tiro di Schürrle diretto a Felix Baumgartner.

73′ Mille falli al minuto, in questo frangente. Romero ha da discutere con Schürrle. Che stiano parlando di Rihanna?

Andre Schurrle
«Ma quanto vuole all’ora?»

74′ Messi in modalità Playstation, ventordici finte e poi tiraccio a due metri dalla porta.

77′ Palacio pronto a entrare.

78′ Entra Palacio, esce Higuain, che dopo il gol in fuorigioco non ha più fatto granché.

79′ Altra serpentina di Messi, ma niente tiro questa volta.

80′ Germania in attacco: cosa ci fa Höwedes in mezzo all’area? Gli arriva la palla tra i piedi, ma prima incespica, poi Garay gli zappa un piede in simpatia.

81′ KROOS! Bella azione crucca, ma il biondo, invece di tirare una cannonata, decide di andare di piattone. Ne esce un tirello spento che finisce fuori.

84′ Messi imbecca Agüero, che però scivola. Palla a Neuer.

85′ Klose pare esausto, difficile che regga i supplementari.

87′ Fuori Perez, dentro Gago. Per la Germania è pronto Götze, giusto perché le umlaut scarseggiano.

88′ Boateng provvidenziale su Messi pronto a entrare in area. Esce Klose, entra Götze. Maracanà in piedi per il bomber tedesco, che chiude qui il suo quarto mondiale.

90′ Tre minuti di recupero.

Fourth official raises board to indicate three minutes of injury time

90+1′ Götze tira dai venticinque metri, palla debole e centrale.

93′ Agüero in contropiede, anticipato senza troppi patemi.

FINE DEI 90 MINUTI – Si va ai supplementari. Il sig. Carlo aveva ragione. Davvero difficile prevedere come andrà a finire. Va detto che l’Argentina non ha ancora fatto un tiro in porta.

INIZIO PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE – Subito Germania! Schürrle spara addosso a Romero, che respinge di pugno.

92′ Risponde l’Argentina! Agüero brucia Höwedes e tira da posizione angolata: palla in fallo laterale.

94’Löw si scaccola a bordocampo.

97′ PALACIO! Pescato in area, l’uomo-treccina controlla in qualche modo e poi tenta il pallonetto. Neuer è battuto, ma la palla finisce fuori.

Rodrigo Palacio chip

98′ Batti e ribatti a centrocampo. La stanchezza sta prevalendo.

101′ Lo Scalatore di Maiali è a terra, sempre a opera di Mascherano.

102′ Capisci quando una partita vive una fase di stanca quando Boateng si dà ai lanci lunghi. Tipo quando Chiellini lo fa per l’Italia, per dare un’idea.

104′ La gente allo stadio si dispera in vista dei rigori.

FINE PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE – I rigori incombono. Nell’attesa, ecco qualche tifosa tedesca.

Germany fans

INIZIO SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE – Io avrei un po’ di sonno, quindi vedete di sbrigarvi.

107′ Doppio tackle! Supercombo argentina su Schweinsteiger: Mascherano e Biglia in tackle sincronizzato sullo Scalatore. Mascherano rischia il rosso, eh.

109′ Scalatore di Maiali ancora a terra. Gran bel gancio destro di Agüero, il sangue scende copioso sulla guancia del crucco. Rizzoli guarda altrove. Anche Agüero ha rischiato il rosso, qui.

Bastian Schweinsteiger  bleeds from under his eye

110′ La Germania non ne ha più.

111′ In studio si ironizza sulle arti amatorie di Angela Merkel. Ancora Gherarducci illumina i presenti: «Come diceva Confucio, Angela è una che se lo lanci in aria, non lo fa cadere per terra».

112′ Michael si dichiara disposto a passare due notti bollenti con la Merkel in caso di vittoria mondiale.

113′ GÖTZE! GOL! Gran cross di Schürrle per il buon Götze, libero in area, che stoppa e di sinistro, al volo, fulmina Romero. Gol notevole, ma dov’erano i centrali argentini?

Mario Gotze goal

115′ A voi la misurata esultanza di Michael.

116′ Ancora cinque minuti per le speranze dei sudamericani. Rojo mette in mezzo, Palacio non riesce a deviare di testa.

117′ Neuer esce, palleggia sopra la testa di un argentino come un pallavolista qualunque e riprende il pallone al volo.

118′ Messi ci prova di testa ma non trova la porta. La regia inquadra delle sconsolate pornostar argentine in tribuna.

119′ Müller salta quattro avversari in dribbling ma non trova nessuno in area.

120′ Ultimo minuto! Fuori Özil, entra il sempre agile Mertesacker.

DUE MINUTI DI RECUPERO – Ma ormai temo sia andata.

120+1′ Messi abbattuto sulla trequarti. Schweinsteiger lo stende e poi finge di essersi fatto male. Ultima opportunità per l’Albiceleste.

120+2′ «Rizzoli indica che ci sarà altro recupero» spiega Santin. Subito Gherarducci: «Ah, non stava dicendo “Dopo c’è figa per tutti”?».

120+3′ Messi sbanana in tribuna. Come direbbe mio padre, «la quaglia è andata».

È FINITA! GERMANIA CAMPIONE DEL MONDO!

Germany

Gli argentini paiono dei Gargoyle, piantati in mezzo al campo con gli occhi lucidi e le teste chine.

Argentina players

I tedeschi invece hanno fatto entrare mogli, fidanzate e figli in campo in attesa della premiazione. Ovviamente non ce n’è mezza brutta.

https://i0.wp.com/i.dailymail.co.uk/i/pix/2014/07/14/article-2690785-1F9FE5DC00000578-679_634x438.jpg

https://i0.wp.com/im.rediff.com/sports/2014/jul/14wags8.jpg

https://i0.wp.com/i.dailymail.co.uk/i/pix/2014/07/13/article-0-1F9DB0D500000578-630_634x704.jpg

Neuer e Messi si interpicano in tribuna. Il primo è stato votato miglior portiere dei mondiali. E Navas? E Ochoa? Mah. Messi invece è stato votato… miglior giocatore dei mondiali?! Ma stiamo scherzando? E Müller? Robben? James Rodriguez? C’è del marcio!

https://i0.wp.com/media2.fcbarcelona.com/media/asset_publics/resources/000/107/843/size_640x360/messi_pilotador.v1405289560.JPG

Ora premiati gli arbitri. È bellissimo vedere come Rizzoli, preso a male parole ogni settimana in Italia da agosto a giugno, sia diventato improvvisamente «il degno rappresentante della nazione nella finale mondiale». I carri dei vincitori non sono mai troppo stretti.

Ora premiata l’Argentina. Un po’ inutile, questa premiazione. Tanto utile quanto la finale per il terzo posto. Ancora una volta è Messi a salire per primo.

https://i0.wp.com/i.dailymail.co.uk/i/pix/2014/07/13/article-2690693-1F9F955D00000578-598_634x432.jpg

Ora finalmente la Germania. Quanto è contenta Angelona Merkel. Quanto non è contenta Dilma Roussef, invece. Coppa in mano a Lahm e via ai festeggiamenti ufficiali. Tedeschi ordinatissimi anche nell’esultare. Troppo sobri. Dopotutto domani è lunedì.

Germany beat Argentina 1-0 in the FIFA World Cup final to win their 4th title and 1st since 1990. Their joy knew no bounds as emotions gave way on a night to remember. (All AFP Images)

E mentre a Rio e Berlino i fuochi d’artificio si sprecano, io quasi quasi andrei a letto. Alla prossima.

It was a generation ago that Germany last won the tournament and the younger crowd now had something to remember and believe in as afar as football is concerned for the rest of their lives.

FantaMondiale 2014

Se per caso non ve ne foste accorti, – cosa improbabile se l’argomento vi interessa – ieri sono stati sorteggiati i gironi dei Mondiali di calcio 2014. La manifestazione durerà grossomodo un mese: dal 12 giugno al 13 luglio trentadue squadre nazionali, che il calendario spargerà per i quattro angoli del Brasile, si affronteranno in tante simpatiche partite all’insegna dell’umidità e dei tumulti sociali (sì, ci sono giusto quei milioni di brasiliani non proprio contentissimi di ospitare i Mondiali, ma basta mettere una strafiga a presentare il sorteggio e tutto il resto è lontano, dimenticato).

Dato che il mese di giugno sarà con ogni probabilità il mio ultimo mese di università, tesi della specialistica compresa, e dato che il fuso prevede partite anche alle 3 di notte, magno cum gaudio nuntio vobis che questo Mondiale sarà la mia rovina. Me lo dico già ora, così a giugno, quando anche Iran-Bosnia diventerà un evento imperdibile, non ci resterò troppo male.

Considerata la gravità della situazione all’orizzonte, mi porto avanti con il lavoro e azzardo subito un pronostico sull’andamento della competizione. Un FantaMondiale. Ché in realtà sì, bisognerebbe aspettare fine maggio per fare previsioni un filo più attendibili. Ma di attendibile, su questo blog, si è mai visto qualcosa? Ecco. Quindi cominciamo.

Girone A
Brasile
Croazia
Messico
Camerun

Va be’, già è il Brasile, se gli fate pure ospitare il Mondiale, poi non lamentatevi. Negli ultimi anni ha traballato non poco, ma oggi, per quanto abbia tra i titolari quello smorfioso di Neymar, ha uno squadrone da paura. Primo posto assicurato. Poi? Direi Croazia, squadra sempre rognosa. Il Camerun ha solo Eto’o, e il Messico, da quando non gioca più l’idolo delle folle Campos, non può essere degno di considerazione.

Girone B
Spagna
Olanda
Cile
Australia

L’Australia non ha tra i titolari Kewell-The-Jewel, quindi mi domando cosa ci faccia qui. L’Olanda, dopo il fallimento degli Europei (zero punti in tre partite), ora ha un allenatore con i controcojones (Van Gaal): difficile che toppi un’altra volta. La Spagna ha rotto le balle a tutti e inizia a scricchiolare, ma è pur sempre la Spagna. Mi spiace per il Cile, ma Olanda prima e Spagna seconda.

Girone C
Colombia
Grecia
Costa d’Avorio
Giappone

Ma che cazzo di girone è? Ma soprattutto: perché non far giocare gli indomabili leoni di San Marino, a questo punto? La Grecia ha vinto un Europeo e dopo nove anni si sta ancora chiedendo come. Il Giappone ha Zaccheroni ma, ahimè, non può contare né su Oliver Hutton, né su Benjamin Price. Colombia e Costa d’Avorio hanno invece Falcao e Drogba: passano loro.

Girone D

Uruguay
Costa Rica
Inghilterra
Italia

Allora. Quattro anni fa l’Italia è stata eliminata da Paraguay, Nuova Zelanda e Slovacchia: una concorrenza un po’ più valida può solo fare bene. L’Uruguay passa come primo, gli Azzurri come secondi. Mi spiace per l’Inghilterra, ma finché continuano a tenere in panchina Baines…

Girone E
Svizzera
Ecuador
Francia
Honduras

La Francia si è qualificata per la pelle del culo, come dicono a Nantes, e anche in un girone simile si qualificherà, anche se come seconda. La Svizzera mi ispira simpatia: primo posto. Ecuador e Honduras si consolino: la strada per tornare a casa è relativamente breve.

Girone F
Argentina
Bosnia
Iran
Nigeria

Altro girone molto poco equilibrato. Argentina davanti a tutti, poi è una bella lotta tra la Bosnia di Pjanic e la Nigeria. Solo per il fatto che i biancoverdi si ostinano a considerare Obi Mikel un gran giocatore, dico Bosnia. Gli iraniani si godranno le spiagge brasiliane.

Girone G
Germania
Portogallo
Ghana
Stati Uniti

La Germania sarà la solita macchina tritasassi, specie nel girone. Il Portogallo ha Cristiano Ronaldo, Ghana e USA no. Crucchi primi, portuganji secondi.

Girone H
Belgio
Algeria
Russia
Corea del Sud

Il 2002 è un ricordo sbiadito: la Corea non andrà lontana, nemmeno mettendo Gangnam Style a palla negli spogliatoi. La Russia ha Capello come ct, quindi andrà avanti a colpi di 1-0. Ma il primo posto va al Belgio, mai forte come in questi anni. Sono giovani, sono forti, sono affamati. E poi c’è Lukaku.

Ottavi di finale

Brasile – Spagna

Alla facc’ ro cazz. Potrebbe benissimo essere una finale, e invece è un misero ottavo. Sempre perché della Spagna non se ne può più, dico Brasile. Magari grazie a un rigore ottenuto con un tuffo di Neymar.

Colombia – Italia

Se gli italiani sono ancora in condizioni fisiche decenti, dovrebbero passare loro. Ok, c’è Falcao, ma ci sono anche Barzagli e Chiellini. E Pirlo. E De Rossi. E Rossi. Sì, Italia.

Svizzera – Bosnia

Due squadre inesperte, ma non così scarse. Non me ne vogliano i cioccolatai, ma a questo punto mi sono affezionato alla Bosnia. Che, sia chiaro, in attacco ha Dzeko. Svizzeri a casa.

Germania – Russia

Può Capello fermare i tedeschi? Mah, la vedo dura. Crucchi ai quarti.

Olanda – Croazia

Se davvero gli Oranje sono riusciti a passare il girone come primi, non vedo perché dovrebbero farsi fregare dalla Croazia. Avanza l’Olanda.

Uruguay – Costa d’Avorio

Non è una partita scontata. La Costa d’Avorio ha anche quel muro umano di Yaya Touré. Anzi, dato che Suarez è un fenomeno ma mi sta sul cazzo, dico che passano Drogba e soci.

Argentina – Francia

Qui c’è da vedere se Messi fa il Messi o se porta la sua controfigura moscia. Ma la fortuna della Francia, prima o poi, è destinata a finire. Passa l’Argentina.

Belgio – Portogallo

Mumble. Davvero, il Belgio mi piace tantissimo. Però Ronaldo può vincere la partita da solo. A malincuore dico Portogallo.

Quarti di finale

Brasile – Italia

AHAHAHAHAHAH. Brasile in semifinale, nonostante Neymar e i suoi capelli.

Bosnia – Germania

Con tutto l’amore che posso provare per la Bosnia, anche qui i crucchi non falliscono.

Olanda – Costa d’Avorio

In genere le africane si spengono sempre ai quarti. Penso che andrà così anche stavolta: passano gli arancioni.

Argentina – Portogallo

Carramba! Messi contro Ronaldo! La differenza la faranno i compagni, e quindi vedo favorita l’Argentina. Non sarà facile, ma CR7 e il suo gel tornano a casa.

Semifinali

Brasile – Germania

Possono i tedeschi fermare anche il Brasile? Non credo. Arriva sempre un punto in cui in genere si sciolgono. Quale momento più adatto di questo? Brasile in finale, ma i crucchi si portano a casa una tibia di Neymar.

Olanda – Argentina

Argentina. Non vedo l’Olanda arrivare a un’altra finale mondiale, dopo quella in Sudafrica. La finale sarà tutta sudamericana.

Finale terzo posto

Germania – Olanda

In genere gli olandesi sono sempre carichi a mille quando affrontano i tedeschi. Sarà una battaglia. Olanda ai rigori.

Finale

Brasile – Argentina

Sembra tutto già scritto. Si gioca al Maracanà. Il Brasile ha già perso una finale mondiale in casa, anche se si parla del 1950. Fu un dramma nazionale. Proprio perché gli happy end non mi sono mai piaciuti, dico che vince l’Argentina. Nuovo dramma nazionale. Caos nelle strade, colpo di Stato al governo.

Ben vi sta, imparate a far giocare Neymar.